Home

Educare è il compito più difficile, ma anche il più entusiasmante, per un padre e una madre.
Essere sostenuto in questo compito è un tuo diritto.

  • L'AGeSC incontra il Papa a Milano

Pause
Play
Back
Next

XVII Congresso Nazionale AGeSC - La “Buona Scuola” alla prova dei fatti

Roma, 23 marzo 2015 - Documento conclusivo del XVII Congresso Nazionale AGeSC - LA “BUONA SCUOLA” ALLA PROVA DEI FATTI - Il Congresso nazionale dell’AGeSC, riunito a Roma in occasione dei 40 anni della fondazione dell’Associazione per rinnovare i propri organi dirigenti, ha affrontato un’ampia discussione sulla situazione della...

Detrazioni alle paritarie: LA MONTAGNA HA PARTORITO UN TOPOLINO

Roma, 13 marzo 2015 - Dopo tanto parlare di detrazioni per le famiglie della scuola paritaria – afferma il Presidente dell’AgeSC, Roberto Gontero –, il risultato è rappresentato da 76 euro all’anno per famiglia! E inoltre vengono esclusi e perciò discriminati gli studenti delle superiori!

Anche la detraibilità delle spese scolastiche per una Buona Scuola

Milano, 25 febbraio 2015 - Come riportato dalla stampa, il Miur ha proposto di inserire nelle misure attuative della Buona Scuola anche la detraibilità delle spese scolastiche. Vogliamo manifestare il nostro apprezzamento per tale proposta, confidando che possa essere recepita dal Governo nei decreti di ormai prossima...

ATEMPOPIENO: Quattro “PUNTI” per il futuro

Roma, 6 marzo - ATEMPOPIENO: Quattro “PUNTI” per il futuro - L’AGeSC a congresso (20-22 marzo). A Roma, in Campidoglio, la sessione pubblica, con il conferimento del “Premio Macchi” alla Congregazione Salesiana. “La “Buona Scuola” alla prova dei fatti: piena libertà di scelta educativa, maggiore autonomia delle scuole,...

Consiglio Nazionale AGeSC a Torino richieste al Governo Renzi per i decreti sulla “Buona Scuola”

Torino, 1 febbraio 2015 - Il Consiglio Nazionale dell’AGeSC, riunito a Torino, alla vigilia della definizione dei decreti di attuazione del progetto “La Buona scuola” da parte del Governo, formula alcune proposte perché l’azione riformatrice non dimentichi il milione di studenti – e le loro famiglie - che frequentano le scuole...